Continue reading "/>
  • 338-9387982
  • pediatra@massimosanasi.it

Appena nato/a

Appena nato/a

Si torna a casa con il proprio piccolo e insieme alla gioia e all’emozione ci si sente investiti della responsabilità che comporta l’ essere diventati genitori.
E’ sicuramente un grande impegno che inizialmente può spaventare, ma non è il caso di lasciarsi prendere dal panico.
Innanzi tutto occorre ricordarsi che non si è soli ad affrontare questa nuova avventura, perchè anche per il piccolo è tutto nuovo.
Un’altra cosa da tenere a mente è che nessuno può pretendere di sapere già fare tutto e di essere sempre all’altezza della situazione.
Per qualsiasi dubbio o timore, se avvertite la necessità di un sostegno esterno, non sentitevi inappropriati ma rivolgetevi serenamente a chi ha più esperienza di voi.
C’è chi richiede il sostegno delle nonne così come ci sono casi in cui le neomamme decidono di affrontare fin da subito le situazioni da sole, senza coinvolgere nessuno a parte il proprio compagno.
Non esiste una regola assoluta, ogni genitore segue il proprio istinto, il buon senso e la responsabilità.
E’ una crescita, giorno dopo giorno, non soltanto del nuovo arrivato, ma di tutta la famiglia, che con grande amore e dedizione mette a disposizione le proprie risorse.
Anche il bambino è costantemente impegnato ad apprendere ciò che gli viene trasmesso e a sua volta a trasmettere le sue emozioni ed esigenze.
Nasce una comunicazione che mano a mano si fa più chiara e intensa, tra genitori e figlio.

Dopo la gestazione, il parto e la nascita, esperienze ricche di emozioni e di gioia, inizia il vero cambiamento, la realizzazione dell’essere diventati genitori e la riorganizzazione delle priorità  e dei progetti futuri,non soltanto della coppia ma della  famiglia in  genere.
Di certo un esserino così piccolo  e indifeso è in grado di ‘scombussolare’ completamente la vita degli adulti.
E’ un cambiamento positivo, senza dubbio, ma a volte si può avere un momento di scoraggiamento, qualche timore e un’umana sensazione di inadeguatezza, come se non ci si sentisse ancora pronti ad affrontare la nuova situazione.

Di fondamentale importanza è non mettere mai in secondo piano la coppia.
Occorre mantenere sempre aperto e vivo il dialogo con il proprio partner, confrontarsi e sostenersi, senza dimenticare di ritagliarsi qualche momento libero dalle esigenze del piccolo, per stare insieme e preservare quell’intesa di coppia che è la prima sensazione di benessere del bambino.

Dopo lo stravolgimento iniziale vi renderete conto che tutto andrà sempre meglio e potrete godervi appieno la gioia di amare e crescere insieme il vostro piccolo.

Join the Forum discussion on this post

Join the Forum discussion on this post

Mary

Scroll Up

Continuando ad utilizzare il sito , l'utente accetta l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Le impostazioni dei cookie su questo sito sono impostati su "consenti cookies" per offrirti la migliore esperienza possibile di navigazione . Se si continua a utilizzare questo sito web senza cambiare le impostazioni dei cookie o si fa clic su "Accetto " di seguito , allora si acconsente a questo.

Chiudi