Continue reading "/>
  • 338-9387982
  • pediatra@massimosanasi.it

Febbre

Febbre

La febbre non è una malattia ma è un meccanismo con cui l’organismo reagisce naturalmente ad una malattia.

Si parla di febbre se:

  • la temperatura ascellare è maggiore di 37,4°C

  • la temperatura rettale o dell’orecchio è maggiore di 38°C

La temperatura può variare da persona a persona e soprattutto nei bambini e ancor di più nei lattanti e può aumentare:

  • dopo i pasti o bevande calde;

  • in seguito a sforzi (per esempio dopo un pianto prolungato)

  • per un ambiente troppo caldo (bagno caldo, alla temperatura esterna, bambino troppo coperto, letto);

Misurare nuovamente la temperatura dopo mezz’ora in condizioni ottimali (la temperatura della stanza non deve superare i 18-20°C)

Con la febbre i germi (virus o batteri) si riproducono di meno e le nostre difese immunitarie funzionano meglio.

COME SI MISURA:

  • termometro al gallio pediatrico

  • termometro elettronico (veloce e di facile lettura)

  • termometro auricolare (non di facile utilizzo)

DOVE SI MISURA:

  • sotto l’ascella (2 min) con il termometro in posizione verticale con in bulbo nell’incavo dell’ascella

  • rettale (nel sederino) adatta a bambini fino a 2-3 anni (2-3 minuti, oliare il bulbo)

  • auricolare (seguire le istruzioni)

COSA OSSERVARE NEL BAMBINO CON FEBBRE:

  • Condizioni generali:
    → è presente?

    → è vivace?
    → ha appetito?
    → succhia bene?
    → è noioso?
    → piange disperatamente o inconsolatamente?

  • Sembra avere mal di pancia, mal d’orecchio o dolore alla gola o in bocca?

  • Ha vomito o diarrea?

  • Ha raffreddore? In tal caso, com’è il muco (trasparente, giallastro,scuro?)

  • Presenta macchie sulla pelle?

COSA FARE

Il più delle volte non è necessario chiamare immediatamente il pediatra, spesso agli inizi mancano altri sintomi che consentono al pediatra di interpretare meglio la situazione.

Nell’attesa:

  • Date da bere al bambino acqua, tè,camomilla zuccherata a piccoli sorsi ma a volontà. Non forzate il bambino anche se i liquidi compensano la disidratazione dovuta alla febbre.

  • Non coprite eccessivamente il bambino, anzi scopritelo. Togliete il pannolino, in questo modo si permette al corpo di traspirare e pertanto disperdere il calore.

Dopo 24-48 ore di febbre in tutti gli altri casi

COSA RIFERIRE AL PEDIATRA

  • L’età del bambino

  • La temperatura febbrile (misurata correttamente)

  • La durata della febbre in ore

  • Possibili altri disturbi

  • Gli eventuali contatti del bambino con altre persone malate

COSA NON FARE

  • Non coprite troppo il bambino

  • Non forzatelo a mangiare (anche l’inappetenza con la febbre è un’arma contro il moltiplicarsi dei virus e dei batteri)

  • Non fate spugnature

  • Non somministrate antipiretici per febbri di lieve entità

  • Non somministrate dosi superiori a quelle consigliate

  • Non date acidoacetilsalicilico in caso di varicella o sintomi influenzali (aspirina o simili)

  • Non forzate il bambino a mangiare; dategli piccoli pasti facilmente digeribili

  • Non usate farmaci antifebbrili, se non nei casi in cui la febbre sia la “causa” di disagio per il bambino; di solito ciò si verifica per temperature superiori a temperature di 38,5-39,0°C ascellari. Febbri di lieve entità non richiedono terapia con farmaci che possono, sia pur raramente, causare effetti collaterali.

UN BAMBINO CON LA FEBBRE PUO’ USCIRE DI CASA

Quando un bambino ha la febbre farlo uscire non comporta alcun rischio per la sua salute.

Un bambino con febbre può essere accompagnato nello studio del medico ed essere trasportato in casa di altri familiari, per permettere ad esempio ai genitori di recarsi a lavoro.

CONSULTARE IL PEDIATRA IN CASO DI FEBBRE SE:

  • La febbre supera i 40,5°C effettivi e resiste all’antipiretico

  • Il bambino ha meno di 3 mesi

  • Il bambino piange inconsolabilmente ogni volta che lo toccate o muovete

  • Il bambino è sonnolento, poco presente, difficile da risvegliare

  • Vi è tosse con difficoltà respiratoria che non è dovuta a naso chiuso

  • Si verifica una convulsione

  • Il bambino sembra stare molto male (controllare se la situazione non cambia dopo la somministrazione di paracetamolo)

Dopo 24 ore dalla comparsa della febbre se:

  • La febbre supera i 38,5°C e il bambino ha meno di 2 anni

  • Il bambino prova dolore a urinare

  • La febbre è ritornata dopo almeno 24 ore di scomparsa



    FARMACI DA USARE

    PARACETAMOLO:

    • Tachipirina: sciroppo, supposte, compresse

    • Efferalgan: sciroppo,bustine e supposte

    TACHIPIRINA                                                                              EFFERALGAN

    Sciroppo                                                                                                  Sciroppo

    (ml = la metà del peso in Kg)

    5Kg =2,5 ml                                                                                             2ml = 60 mg = 6 Kg

    10Kg = 5 ml                                                                                             4ml = 120 mg = 12 Kg

    15Kg= 7,5 ml                                                                                          6ml = 180mg = 18 Kg

    20 Kg = 10ml                                                                                          8ml = 240 mg = 24 Kg

    30 Kg = 15 ml

    Supposte:                                                                                                Supposte:

    (mg = doppio del peso)

    6 Kg = 125 mg                                                                                        4Kg = 80mg

    12 Kg = 250 mg                                                                                    6-8 Kg = 150 mg

    24 Kg = 500 mg                                                                                   15 Kg = 300 mg

    • Il farmaco agisce in circa 20-30 minuti con maggiore efficacia dopo 90-120 minuti e con una durata di circa 4-6 ore.

    • Nessun farmaco antipiretico utilizzato ai dosaggi giusti è in grado di abbassare la febbre oltre 1,5-1,8 °C

    • E’ sufficiente l’abbassamento di 1 °C

    • Altri farmaci non sono consigliabili se non a giudizio del pediatra

Mary

Scroll Up

Continuando ad utilizzare il sito , l'utente accetta l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Le impostazioni dei cookie su questo sito sono impostati su "consenti cookies" per offrirti la migliore esperienza possibile di navigazione . Se si continua a utilizzare questo sito web senza cambiare le impostazioni dei cookie o si fa clic su "Accetto " di seguito , allora si acconsente a questo.

Chiudi